LogoEditoreMinisito_Rai.itLogoEditoreMinisito_RaiTv_2012

Renato Rascel

Nasce a Torino ma considera Roma la sua città di adozione. Giovanissimo debutta nell'avanspettacolo, esibendosi con diverse compagnie dove sperimenta vari ruoli: attore, ballerino, cantante, musicista e clown. Nel 1941 forma la sua prima compagnia, cominciando ad esprimere la sua vena comica dell’assurdo. Sceglie di fare della sua bassa statura una virtù, proponendosi come il "piccoletto nazionale". Il pieno successo è ottenuto da Rascel nel dopoguerra con la partecipazione alle commedie musicali di Garinei e Giovannini, a partire da Attanasio cavallo vanesio (1952), Alvaro piuttosto corsaro (1953), Tobia la candida spia (1955), Un paio d'ali (1957), Rascelinaria (1958), Enrico '61 (1961), Il giorno della tartaruga (1965), Alleluja, brava gente (1970). Renato Rascel è autore e interprete di indimenticabili canzoni come “Arrivederci Roma”, scritta con Garinei e Giovannini e “Romantica”, che canta in coppia con Tony Dallara e vince il Festival di Sanremo del 1960. Diventa per la televisione Padre Brown l'astuto e intuitivo prete-investigatore protagonista dello sceneggiato “I racconti di Padre Brown” (1970). Attore in oltre trenta film è con il teatro di prosa che Rascel chiude la sua lunga carriera in coppia con Walter Chiari (con il quale aveva interpretato nel 1967 la commedia di Neil Simon “La strana coppia”) e regala al pubblico nel 1986, cinque anni prima della morte, uno straordinario “Finale di partita”, di Samuel Beckett



Guarda il video ritratto



Articoli correlati:

I racconti di Padre Brown – Le colpe del principe Saradine

I racconti di Padre Brown – La croce azzurra

I racconti di Padre Brown – Il duello del dottor Hirsch

I racconti di Padre Brown – La forma sbagliata

Rai.it

Siti Rai online: 847